user_mobilelogo

LA PRIMA SERATA

9.12.17      Il Blues - Le radici di una liberazione culturale

                 Neuroband - Omaggio a Pino Daniele

 La rivoluzione:

La rivoluzione musicale di Alan Lomax, potente quanto una rivoluzione politica, renderà noto al mondo, con le registrazioni che poi confluiranno nell’Archive of American of Folk Song della Biblioteca del Congresso, la musica che darà il via alla modernità: il Blues. Ma il Blues non è solo espressione artistica della liberazione culturale dei neri degli Stati Uniti d’America è molto di più. E’ un suono che da molto lontano arriva fino ai giorni nostri innovando la musica ed i suoni in ogni angolo del mondo. In un filo elettrico, collegato all’amplificatore che espande il suono a svariati metri di distanza, confluisce tutta l’elettricità condensata nell’atmosfera tesa degli inizi degli anni cinquanta. Quando Elmore James si esibisce in un locale il suono della sua chitarra si sente già a vari metri di distanza, tale è la potenza e l’energia che mette nel suonarla.
Il concerto:

Alla ricerca della grande madre mediterranea sin dal primo epifanico album, Pino Daniele è cantautore atipico, di pancia e di suono nell’Italia anni Settanta/Ottanta in cui la canzone d’autore è di cervello e di parola. Eppure è più rivoluzionario di tanti compagni ortodossi nell’uso del napoletano, nello sdoganare “parolacce” vietate nell’Italia democristiana, nel richiamo al suono nero (da blues al funk), nel riconsegnare al corpo una funzione primitiva nel rito dell’ascolto musicale: i suoi dischi si ballano, si cantano, si “fumano” insieme. Il Pino della nuova Napoli possibile, della nuova Napoli tradita, della nuova Napoli che ama e odia la vecchia Napoli dalla cui ceneri è (ri)sorta come un’araba fenice. Una band di amici e professionisti ne ripropone il repertorio più blues e fisicamente coinvolgente.

 Neuroband - Omaggio a Pino Daniele

Marcello Bartolo     chitarra e voce
Giovanni D'Orsi      batteria
Sergio Ferreri       chitarra acustica
Danilo Migliorino    chitarra
Raffaele Petrillo    basso
Linda Russo          voce
 

Il libro:

“La terra del Blues” di Alan Lomax

 La frase:

“Tutti cominciammo a sperimentare la malinconica insoddisfazione che appesantiva i cuori dei neri del delta del Mississippi, la terra in cui è nato il Blues: un senso di anomia e alienazione, l’assenza di radici e antenati; la sensazione di essere merci più che persone.” Alan Lomax

 Il film:

“Cadillac Records” di Darnell Martin (2008)

 Le immagini: