user_mobilelogo

 

 

“ZaPeppa, tragicomica storia d’amore e malavita”

19 Aprile 2008

 

Tratto dal libro di Claudio Dionesalvi “ZaPeppa. Come nasce una mafia” (2007 Coessenza), lo spettacolo di  Silvio Stellato “ZaPeppa, tragicomica storia d’amore e malavita” è un racconto ricco di memoria storica, con riferimenti espliciti ai fatti più importanti avvenuti a Cosenza nei primi quindici anni del 900.

E’ uno squisito spaccato sociale, che si sviluppa sullo sfondo del centro storico della città dei Bruzi e narra la vita e la morte di Francesco De Francesco, detto appunto ZaPeppa, originario capo della mala cosentina e giudicato come tale dal primo maxi processo alla malavita organizzata tenutosi nel Gennaio del 1903 presso il Palazzo dei Tribunali di Cosenza.

La storia di questo “Principe dei Poveri” è il centro narrativo intorno al quale si sviluppano le storie di curiosi personaggi alcuni frutto della narrazione e altri, figure esimie della storia di Cosenza, come “L’arrotino” il grande poeta e scrittore Antonio Chiappetta, autore di Jugale.

Nello stile personalissimo di Silvio Stellato,  si ripercorrono i fatti di sangue risultanti da verbali di P.S. e articoli di giornali dell’epoca, intrecciati in una storia d’amore e malavita, appunto, tragicomica.

Lo spettacolo,  diventa a tratti esilarante e a tratti cupo e sanguinolento, un affresco in salsa pulp che  si tinge di ombre picaresche e  sprazzi di cultura popolare.

La tappa al Cavern Club si annuncia caratteristica, per la naturale predisposizione del Cavern e di tutti i piccoli teatri-cantina a questo tipo di spettacolo.

 

Altre info: www.silviostellato.it